Moto Guzzi Fast Endurance, una prima edizione di successo

Moto Guzzi Fast Endurance
Moto Guzzi Fast Endurance: prima edizione da record

La prima edizione del Moto Guzzi Fast Endurance si è rivelata un vero successo sia per chi l’ha organizzata, sia per coloro che hanno avuto l’opportunità di vederla in prima persona. Scopriamo insieme come è andato l’evento e perché ha raggiunto simili risultati molto interessanti.

Una formula accattivante

Il Moto Guzzi Fast Endurance può diventare un evento imperdibile per tutti gli appassionati delle due ruote grazie ad una serie di prerogative davvero di sicuro interesse. Il trofeo monomarca prevede l’utilizzo della moto Guzzi V7 III da parte di tutti i partecipanti. Si tratta di un modello di sicuro affidamento e dallo stile molto intrigante, dalle dimensioni alquanto contenute e in grado di valorizzare lo stile di guida dei vari partecipanti. L’evento è stato organizzato grazie alla collaborazione portata avanti da Moto Guzzi e dalla Federazione Motociclistica Italiana, che insieme sono riuscite a garantire un notevole impatto mediatico a ciascuna competizione.

Sono quattro le gare che si sono svolte fino ad oggi, tutte con vincitori differenti e un alto grado di competitività. Il Moto Guzzi Fast Endurance non è altro che una categoria propedeutica rispetto a divisioni di maggiore livello, ma proprio per questo offre un’occasione ai giovani motociclisti di mettersi in mostra e, soprattutto, di divertirsi a bordo di un mezzo motoristico a due ruote. Inoltre, questo trofeo può rivelarsi molto propizio anche per i cosiddetti gentlemen riders, ossia piloti dall’età avanzata e dalla notevole esperienza che non hanno alcuna intenzione di ritirarsi dall’attività agonistica.

I risultati e le prospettive per il secondo anno

Come già detto in precedenza, i risultati positivi scaturiti dalla prima edizione del Moto Guzzi Fast Endurance appaiono sotto gli occhi di tutti. Il presidente della Federazione Motociclistica Italiana Giovanni Copioli non ha nascosto la sua soddisfazione per un trofeo pronto a crescere in misura esponenziale nel corso dei prossimi anni. Ha inoltre ringraziato il direttore marketing e comunicazione di Piaggio Davide Zanolini per aver rimesso in pista un marchio storico come Moto Guzzi.

Il sorprendente Moto Guzzi Fast Endurance già guarda al prossimo anno. Il format è nato per consentire a giovani piloti di cimentarsi nel motociclismo anche se non dispongono di risorse economiche elevate. L’obiettivo più imminente è quello di svelare numerosi dettagli relativi alla seconda edizione dell’evento in occasione del Salone del ciclo e motociclo di Milano (EICMA), con la chance di continuare a raggiungere una quantità sempre crescente di appassionati. Se vuoi restare sempre aggiornato sull’evento, puoi collegarti al sito Internet ufficiale del Moto Guzzi Fast Endurance, o in alternativa consultare il sito della Federazione Motociclistica Italiana.

TrueRiders