TrueRiders

MotoGP 2018, Mugello: ritorno al successo per Ducati?

MotoGP 2018, Dovizioso chiamato alla vittoria al Mugello

Dopo il doppio zero di Jerez e Le Mans, Andrea Dovizioso è chiamato al riscatto in occasione del GP d’Italia. In vetta alla classifica MotoGP 2018 spicca infatti Marc Marquez, velocissimo durante i recenti test al Mugello.

A distanza di un anno dalla vittoria che avrebbe segnato l’inaspettato avvio della sequenza di successi 2017 di Andrea Dovizioso, per il pilota forlivese il tracciato del Mugello torna a essere un punto di svolta: al sesto appuntamento del campionato MotoGP 2018, la classifica mondiale sembra infatti sorridere al solo Marc Marquez, leader (quasi) incontrastato della stagione in corso. Staccato di ben 49 punti l’alfiere Ducati che, pur unico al momento – almeno sulla carta – in grado di ostacolare il pilota spagnolo, paga lo scotto di ben due zeri consecutivi, presentandosi quindi tra le curve toscane con l’obbligo di non fare errori e, se possibile, di vincere.

Riuscirà Dovizioso a raddrizzare il suo campionato concedendosi un bis al GP d’Italia? Difficile a dirsi, ancor di più dopo i recenti test disputatisi proprio tra le colline italiane: malgrado una caduta da brividi, Marquez si è rivelato il più veloce del lotto anche in quell’occasione inviando un bel segnale a Ducati. Più difficile invece ipotizzare una Yamaha competitiva ad altissimo livello, almeno stando alle parole dello stesso Valentino Rossi, che ha rivelato di non essere stato veloce quanto avrebbe voluto durante gli ultimi test. Il nove volte campione del mondo è comunque più fiducioso dopo il podio di Le Mans.

Una gara crocevia non solo per il campionato MotoGP 2018, ma anche per il motomercato. Protagonista assoluto dei rumors degli ultimi giorni Jorge Lorenzo, ormai in rotta di collisione con Ducati: tramontata – pare in favore di Joan Mir (sicuro invece l’addio di Andrea Iannone) – la pista Suzuki, il maiorchino viene dato sempre più insistentemente su una Yamaha satellite. Smentite, almeno per il momento, le voci di ritiro. Una bella prova al Mugello, pista storicamente amica, sarebbe però forse un buon modo per diradare ancor di più le nubi all’orizzonte.

I motivi per seguire il GP d’Italia insomma non mancano, non ultimo un tracciato reso spettacolare dai suoi sali-scendi naturali. Per chi non fosse tra i fortunati che seguiranno il motomondiale direttamente dall’Autodromo del Mugello, l’appuntamento davanti alla tv scatta alle ore 11: si comincia con la Moto3, a seguire la Moto2 e quindi alle 14, come di consueto, lo start della classe regina. Questi gli orari cui saranno disponibili, sia in chiaro su TV8 sia sul canale dedicato Sky, le tre imperdibili corse di domenica… non mancate!

NEWS - NOTIZIE DAL MONDO DELLE DUE RUOTE