La MotoGP torna in Brasile: si correrà a Rio

Motogp motomondiale 2022
MotoGP: il Motomondiale torna in Brasile nel 2020

Adesso è ufficiale. I piloti della classe MotoGP torneranno a correre in Brasile, sul nuovo circuito di Deodoro a Rio de Janeiro. L’annuncio ufficiale è arrivato dalla Dorna, la società spagnola che gestisce la parte commerciale degli eventi sportivi del Motomondiale.

Il primo Gran Premio sulla nuova pista brasiliana di Deodoro scatterà nel 2022. L’accordo ufficializzato da Dorna con gli organizzatori della corsa avrà una durata iniziale di cinque anni, salvo rinnovi futuri.

In passato si era corso sulla pista di Jacarepaguá

Il Brasile non è una novità assoluta per il Motomondiale. Infatti, i piloti della classe regina avevano corso dal 1995 al 2004 (con una pausa nel 1998) sul circuito di Jacarepaguá. Nell’ultima edizione, disputata quindici anni fa, la vittoria andò a Makoto Tamada.

Il giapponese colse la sua prima vittoria assoluta nel Motomondiale in sella alla Honda, precedendo sul traguardo il pilota italiano Max Biaggi e l’altra Honda dello statunitense Nicky Hayden. In quella stagione il Mondiale se lo aggiudicò Valentino Rossi su Yamaha, davanti allo spagnolo Sete Gibernau.

Le caratteristiche del nuovo tracciato

Il nuovo tracciato dovrebbe chiamarsi Rio Motorpark, presso la località Deodoro, a Rio de Janeiro. Stando alle ultime notizie, i lavori per la realizzazione del circuito dovrebbe essere ultimati nel 2021. Il layout della pista del nuovo Gran Premio del Brasile della MotoGP misurerà in totale 4,5 km, per un totale di tredici curve (sette a sinistra e sei a destra).

L’impianto potrà ospitare fino a 7 mila persone

Per riaccendere l’entusiasmo tra i tifosi, è prevista la costruzione di un circuito in grado di accogliere per ogni singola giornata del weekend di motociclismo fino a 7 mila persone. Gli appassionati di due ruote del Brasile attendono il ritorno del Motomondiale da quindici anni, dall’ultima volta che si disputò una gara sul vecchio circuito di Jacarepaguá, nel 2010 abbattuto per fare posto al Parco olimpico che sei anni dopo avrebbe ospitato le Olimpiadi di Rio de Janeiro.

Il nuovo circuito di Deodoro un’opportunità anche per il turismo

Il sindaco di Rio de Janeiro ha espresso grande soddisfazione per l’accordo raggiunto con i responsabili della società iberica Dorna al fine di riportare la MotoGP in Brasile con un nuovo Gran Premio, che andrà così ad aggiungersi a un calendario già ricco di eventi. Il primo cittadino di Rio ha voluto sottolineare come il ritorno del Motomondiale in Brasile sarà un’importante opportunità anche per il turismo dell’area, affermando la volontà di incentivare l’arrivo dei visitatori stranieri promuovendo lo sviluppo della zona ovest della città.

Un ringraziamento speciale a Carmelo Ezpeleta

Il numero uno di Rio Motorsport – JR Pereira – ha voluto ringraziare pubblicamente il CEO della Dorna Carmelo Ezpeleta (ospite di recente al Festival dello Sport a Trento), sottolineando l’enorme lavoro compiuto dalla sua squadra per rendere possibile la realizzazione del sogno a due ruote per Rio de Janeiro, dando l’appuntamento a tutti gli appassionati brasiliani della MotoGP al 2022, anno del debutto di Rio Motorpark.

TrueRiders