Transrarau, in moto tra monti e monasteri della Romania

Transrarau, Romania




Le strade di montagna della Romania sono uno spettacolo per noi riders, e chi ha guidato sui Carpazi conosce sicuramente la Transfagarasan, che è la più famosa. Di belle strade panoramiche ce ne sono molte altre: una di queste è senz’altro la Transrarau. Posizionata sulle montagne della Moldova e della Bucovina (nel nord est del Paese) attraversa monti coperti da boschi e punteggiati da monasteri: la quiete e la natura qui regnano incontrastate. 

È di nuovo il momento di accendere il motore, per solcare le strade alpine romene!

Transrarau in moto: l’itinerario

La traversata della Transrarau non è lunga, il percorso è piuttosto breve. Si tratta di una gita da mezza giornata comprese soste e piccole passeggiate. La strada è asfaltata e in buone condizioni, e collega le località di Chiril e Pojorâta nella regione storica della Moldova occidentale (da non confondere con lo Stato vero e proprio della Moldavia, che si trova a est dei confini con la Romania). 

Mappa

Percorso

Il punto di partenza è Pojorâta, cittadina della Bucovina, regione che si trova a cavallo tra Romania e Ungheria. Da qui prendi la strada 175 B, che ti impegna in una salita con non pochi tornanti. 

Le curve a gomito ti svelano all’improvviso un belvedere che si affaccia su entrambi i versanti montuosi della strada. Ti consigliamo di fermarti qualche minuto per scattare qualche foto, e poi ripartire. 

Proseguendo troverai l’incrocio con la 175 A, una sorta di “variante” della Transrarau per chi inizia il viaggio da Campulung Moldovenesc. Svoltando a sinistra puoi raggiungere l’Hotel Rarau – il luogo più alto dove puoi parcheggiare la moto oppure concederti una sosta rilassante – ed eventualmente proseguire per i sentieri escursionistici. 

Per quanto riguarda il percorso in moto, invece, continua dritto sulla 175 A che ti porta a scendere fino a Chiril – l’altro estremo della strada. La Transrarau termina qui, eventualmente puoi usare questo come punto di partenza (Început TransRarau) e percorrerla nel senso contrario, verso Pojorâta e lo Sfârșit Sau Inceput TransRarau (Partea Nordica). 

Tutto ciò che c’è da sapere sulla Transrarau

Breve ma intensa, la Trans Rarau non è solo una lingua d’asfalto posata sui monti, ma ha anche dei luoghi dove vale la pena scendere dalla moto e fare quattro passi. Te li diciamo subito!

Le Lady’s Stones a Pietrele Doamnei 

L’attrazione principale dei monti Rarau attraversati dalla Transrarau è nella zona di Pietrele Doamnei. Qui si trova una delle forme geologiche più spettacolari dei Carpazi: la cosiddetta Lady’s Rock, o Lady’s Stones. Si tratta di un gruppo di tre rocce calcaree a forma di torri di settanta metri di altezza, situate a circa 1600 metri di altitudine. Sono anche visibili da lontano attraverso le foreste di conifere.

Arrivare non è difficile: basta fermarsi all’Hotel Alpin Rarau (ovvero Cabana Rarău, che si trova nei pressi del bivio con la 175 A) e salire per un breve tratto a piedi. Troverai un’altro punto panoramico: il Platoul Belvedere dove scattare altre immagini ricordo della tua gita sui Carpazi. Inoltre, se sei attrezzato per le escursioni, puoi raggiungere la cima del Monte Rarau a 1651 metri. 

I Monasteri dei Monti Rarau

La Bucovina è terra di affascinanti monasteri, e tra i verdi Monti Rarau si trovano molti di questi luoghi di culto, che si possono anche visitare. Tanti turisti organizzano un vero e proprio “tour” per andare alla scoperta di questi luoghi mistici e antichi. 

In particolare sul massiccio del Rarau si trovano: 

  • Monastero Sfântul Ioan Iacob “Corlăţeni”. Un edificio nella zona di Pojorata posto a oltre 1300 metri di altitudine, da raggiungere a piedi attraverso una salita piuttosto ripida. Ma il panorama è eccezionale. 
  • Monastero Rarau. Situato su un’altura che svetta sulle foreste di pini, è una chiesetta molto intima a cui si può arrivare facilmente – il parcheggio è a circa 200 metri. Si trova nella zona più vicina a Chiril. 
  • Monastero Sihăstria Rarăului. Un’ottima idea visitarlo se decidi di prendere la “variante” dell’itinerario verso Câmpulung Moldovenesc. Questo luogo è un’oasi di pace circondata da un fitto bosco.

La Strada del Tesoro e la sua leggenda

La Transrarau è anche chiamata dagli abitanti locali “la Strada del Tesoro”, per un’antica leggenda. 

Secondo le dicerie popolari, infatti, in un punto nascosto del massiccio dei Monti Rarau sarebbe sepolto il grande tesoro del sovrano moldavo Petru Rares.

Il borgo da visitare? Câmpulung Moldovenesc

La bella stagione è perfetta per visitare Câmpulung Moldovenesc, che d’inverno è soprattutto mèta del turismo sciistico (il cui centro è il Rarau Ski Resort). Questa cittadina del distretto di Suceava, nella regione della Bucovina, vale una giornata di visite. Fra queste vie si trovano alcune belle attrazioni da curiosare: 

  • Museo “Arte del Legno”. Fondato nel 1936, ospita una ricca collezione, unica in Romania, dedicata alla lavorazione del legno nelle terre di Câmpulung. Si trova in centro città.
  • Monumento “Dragoş Vodă şi Zimbrul”, una statua in bronzo (1978) realizzata da Ion Jalea, che rappresenta il sovrano Dragoş Vodă a cavallo che colpisce un bisonte che lo attacca.
  • Fontana delle Sirene. Monumento di Teodor V. Stefanelli del 1898 per celebrare i 50 anni dell’imperatore Francesco Giuseppe quando Câmpulung faceva parte dell’Impero Austro-Ungarico. 

Ti auguriamo una bella esperienza in moto sulla Transrarau, e nei suggerimenti che seguono ti consigliamo altre ottime strade per il tuo viaggio in Romania!

Scopri anche: 

Avatar per TrueRiders

TrueRiders


TRANSRARAU

  • Lunghezza (km): 27.5
  • Durata: 1 ora
  • Altezza massina (m s.l.m.): 1400
  • Chiusura invernale: No
  • Partenza: Pojorâta
  • Arrivo: Chiril