Vedi Napoli e poi parti, gli itinerari più belli “vista Vesuvio”


Croce e delizia del turismo enogastronomico italiano, Napoli è una città con tutte le carte in regola per sorprendere e smuovere gli animi. Lo fa con il suo mix di emozioni, con eleganti palazzi nobiliari e quartieri popolari, con pizza e sfogliatelle, con l’eleganza seducente del Teatro San Carlo e con la sceneggiata del Rione Sanità. Totò e De Filippo, Masaniello e Pino Daniele, personaggi e ispirazioni di una città capace di conquistare anche i riders.

Certo, a molti l’idea di avventurarsi nel traffico partenopeo in moto non risulterà certo assennata, ma dopo aver visitato la città con calma prosaica, perché non scoprire tutto ciò che la circonda? TrueRiders ha raccolto i migliori motoitinerari intorno a Napoli da fare in sella. Partiamo!

L’immancabile Costiera Amalfitana

Come può il mare essere bello anche d’inverno, anche a Natale? Bisogna chiederlo alla Costiera Amalfitana, che contende alle colline del Chianti il titolo di cartolina d’Italia più amata dai visitatori stranieri. Per visitarla tutta, e bene, la moto è un prezioso alleato, perché più flessibile e in grado di districarsi nel traffico amalfitano. 96 chilometri di strada bastano per unire Pompei e Salerno, passando via via per Vico Equense, Sorrento, Sant’Agata sui Due Golfi, Positano, Amalfi, Maiori e Vietri sul Mare prima di arrivare a Salerno. In mezzo, un florilegio di meraviglie, come i marmi striati della Cattedrale di Amalfi, il moderno auditorium di Ravello, le ceramiche policrome di Vietri. E le tante ville affacciate sul mare, le piccole spiaggette. Bellissime in estate, romantiche in inverno.

Scopri la Costiera Amalfitana in moto su TrueRiders

Golfo di Pozzuoli, la “gita di Napoli”

Sono appena 30 chilometri, ma non per questo l’emozione che ti regaleranno è da meno. Il Golfo di Pozzuoli è il tratto semicircolare di mare che unisce Marechiaro e Capo Misano, partendo dall’elegante quartiere marittimo napoletano di Posillipo. L’itinerario ha da offrire un contesto sicuramente antropizzato, nel quale però ritroviamo luoghi di particolare pregio: è il caso dell’Anfiteatro Flavio di Pozzuoli, del Castello Aragonese di Baia, senza dimenticare il Lago d’Averno. Sapevate che la zona di Pozzuoli è una delle più attive al mondo di punto di vista vulcanico? Percorrete insomma un itinerario “esplosivo”, ma l’unica cosa che potrà scoppiare legittimamente sarà il bottone della giacca all’ennesimo trancio di pizza o all’assaggio dell’eccezionale ragù napoletano!

Scopri il Golfo di Pozzuoli in moto su TrueRiders

Monte Taburno, un po’ di montagna

Nel cuore degli Appennini campani, tra Caserta e Benevento, si apre questo interessante percorso di montagna alle pendici del Monte Taburno. Una panoramica naturale iconica, dove turismo naturale, culturale e anche enogastronomico incontrano la voglia di deviare rispetto alla già iconica Napoli. Un “tour delle tre province”, potremmo quasi definirlo, che peraltro ha una particolarità: sapete che è qui che si trovano le celebri Forche Caudine? La peggiore sconfitta di Roma antica si troverebbero secondo fonti accreditate qui: lo citano Vibio Sequestre e Virgilio, tra gli altri. E poi c’è la bella Montesarchio con il suo castello e Sant’Agata de’ Goti, sospesa nel vuoto.

Scopri l’itinerario del Monte Taburno in moto su TrueRiders

Video Itinerari