Bocca di Navene, itinerario in moto sulle Alpi di Veneto e Trentino

shutterstock_1017294157

Bocca di Navene è un bellissimo passo di montagna delle Alpi, che si trova a 1.420 metri sul livello del mare.

È un valico alpino del gruppo del Monte Baldo. Unisce due regioni: il Veneto e il Trentino Alto Adige, con le province di Verona e di Trento. La strada è asfaltata e in cima al passo c’è un bellissimo rifugio dove rifocillarsi e prendere una piccola pausa.

Il panorama che si apre dal passo di Bocca di Navene è davvero spettacolare: si possono ammirare le montagne circostanti, le vallate, la splendida natura delle due regioni del Nord Italia.

Ovviamente il nostro giro di oggi prevede un tour decisamente ampio, partendo da Verona e ritornando nella città degli innamorati, dopo una serie di curve che ci permetteranno anche di fare un giro quasi completo del Lago di Garda.

Mappa

Informazioni utili

  • Partenza: Verona
  • Arrivo: Verona
  • Durata: 4 ore e 33 minuti
  • Lunghezza: 220 chilometri
  • Principali località attraversate: Verona, Bussolento, Passo di Bocca di Navene, Torbole, Riva del Garda, Limone sul Garda, Salò, Desenzano del Garda

Bocca di Navene in moto. L’itinerario

Bocca di Navene
Verona, la città di partenza del nostro itinerario sulla Bocca di Navene

Il moto itinerario di oggi parte da Verona, la città cantata anche da William Shakespeare nel suo famoso Romeo e Giulietta, ambientando la loro tragica storia d’amore proprio in questa splendida meta di turismo in Veneto. Uscite dalla città prendendo la SS12 in direzione Ovest, costeggiando per un lungo tratto il fiume Adige, che vi capiterà di intersecare più volte nel corso del vostro bel giretto in sella alle due ruote.

Proseguiamo verso Nord lungo la SS12, prendendo a Peri la SP11, ancora una volta andando verso Nord, superando la città di Belluno Veronese. Ben presto supereremo il confine tra Veneto e Trentino Aldo Adige, tra le città di Mama di Sotto e Mama di Sopra, dove la strada cambia denominazione in SP90. Ad Avio prendete la Sp208 verso Ovest. Preparatevi a fare tutta una serie di curve, prima di imboccare la Strada Provinciale 230, che vi porterà nuovamente a varcare il confine tra Trentino Alto Adige e Veneto. Poco dopo, eccovi al passo di Bocca di Navene, dove troverete un rifugio pronto ad accogliervi a braccia aperte.

Riprendete la SP3 per svalicare dall’altro lato del versante. A Mori entrate nella SS240 per dirigervi verso il Lago di Loppio, subito dopo la città di Loppio. A seguire passeremo per la città di Nago-Torbole e poi la città di Torbole, che si affaccia direttamente sul Lago di Garda. È la prima tappa lungo lo specchio d’acqua che vi saprà accogliere con la sua bellezza naturale che lascia sempre senza parole.

Da Torbole a Riva del Garda potrete assaporare un moto itinerario davvero unico, che vi permetterà di godere di tutte le bellezze locali. A questo punto dirigetevi verso sud, lungo la SS45bis, la Gardesana Occidentale. A Corno di Reamol entrerete in una zona davvero fantastica: da un lato il Lago di Garda, dall’altro il Parco dell’Alto Garda Bresciano. Sarà così ancora a lungo, superando le città di Pregasio, Campione, Pulciano, Gardone Riviera, dove visitare anche il Vittoriale degli Italiani. Poco dopo arriverete a Salò, una città che, storicamente parlando, è stata sicuramente molto importante per il nostro paese.

Da Salò prendete la SP572 verso Lonato, cominciando ad attraversare la parte meridionale del Lago di Garda, direzione Peschiera del Garda, lungo la SR11. È giunto ora il momento di proseguire su questa strada per poter ritornare nella città veneta di Verona, prendendo a Bassone nuovamente la SS12.

TrueRiders