La destinazione perfetta per un giro in moto domenicale, queste gole sembrano create apposta per te

La destinazione perfetta per un giro in moto domenicale, queste gole sembrano create apposta per te

Alessio Gabrielli  | 30 Gen 2024  | Tempo di lettura: 2 minuti
IS: 1023007494
  • Titolo: Gole del Raganello
  • Lunghezza (km): 44
  • Chiusura invernale: No
  • Partenza: Civita
  • Arrivo: Francavilla Marittima
  • Principali località attraversate:  Civita (CS), San Lorenzo Bellizzi (CS), Francavilla Marittima (CS)

Adattissime per un giro in moto domenicale, o anche per una escursione interessante, le Gole del Raganello regalano dei percorsi stradali dai panorami straordinari. Queste meraviglie della natura si trovano in Calabria, nella provincia di Cosenza, e sono una meta tutta da scoprire su due ruote e soprattutto sono accessibili in ogni periodo dell’anno.

Informazioni utili

Mappa

  • Lunghezza: 44 chilometri
  • Principali luoghi attraversati: Civita (CS), San Lorenzo Bellizzi (CS), Francavilla Marittima (CS)
  • Strutture ricettive: Agriturismo Raganello, Contrada Zoccalia, Civita (CS); Azienda Agrituristica San Fele, Contrada San Fele, Cerchiara di Calabria (CS)
  • Benzina (consumo medio 18 km/l): 3 euro
  • Pedaggi: no

Gole del Raganello in moto, l’itinerario

SH: 402737458
Le Gole di Raganello, in Calabria

Lunghe circa 17 chilometri, le Gole del Raganello sono state formate dall’azione erosiva del torrente Raganello, che nasce sulla Sorgente della Lamia, vicino Civita (dove si può attraversare il suggestivo Ponte del Diavolo). Si dividono in Gole alte del Raganello (o Gole di Barile), una parte lunga 9 km che tocca San Lorenzo Bellizzi e la Scala di Barile e le Gole basse del Raganello, da zona Pietraponte, che tocca prevalentemente la zona di Civita.

Il percorso previsto per l’itinerario in moto sulle Gole del Raganello parte da Civita, questo bel comune di montagna della provincia cosentina, e tocca la zona delle Gole del Raganello passando per la SP263 fino al bivio con la Via della Mbatana, risalendo questi percorsi ricchissimi di spazi naturali fino a San Lorenzo Bellizzi, dove ammirare le timpe della Falconara e di San Lorenzo Cassano, e dove il Parco nazionale del Pollino si apre in tutta la sua ricchezza naturalistica, in termini di flora e fauna.

Scendiamo poi sulla SS92 in direzione di Cerchiara di Calabria, un bel comune nel quale si trova l’antico Santuario di Santa Maria delle Armi, situato a oltre 1.000 metri di altezza e realizzato intorno al X secolo. Ne approfittiamo per una sosta, visitando questo splendido luogo di culto così ricco di storia, e poi ripartiamo in direzione di Francavilla Marittima, alla quale giungiamo dopo un percorso di diversi chilometri sempre nell’entroterra del Pollino.

La bella località di Francavilla Marittima, con i suoi stabilimenti termali, è ricca di significativi elementi storici, tra i quali vari palazzi (come il Palazzo Rovitti o il Palazzo Apolito) e l’ottocentesco Santuario della Beata Vergine degli Infermi. Una suggestiva zona storica e naturalistica da scoprire (anche) su due ruote.

Alessio Gabrielli
Alessio Gabrielli

Sono Alessio Gabrielli, ho 26 anni. Laureato magistrale presso l'Università La Sapienza di Roma in Media, comunicazione digitale e giornalismo. Mi occupo dal 2022 di creare contenuti web per il sito TrueRiders portando avanti la mia passione per le moto e lo sport



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur