TrueRiders

Passo del Tonale, in moto sulle Alpi Retiche

Passo Tonale Alpi

Il Passo del Tonale, un percorso irrinunciabile in moto tra Lombardia e Trentino Alto Adige.

Con i suoi 1.884 metri è forse uno dei più bassi tra i “passi storici” dell’arco alpino, ed è addirittura a 900 metri più in basso del suo rivale (di fama) più celebre, il Passo dello Stelvio.

Eppure, il Passo del Tonale rientra da sempre nelle preferenze e nei gusti di innumerevoli motociclisti, che si spingono tra le province di Trento e Brescia, e più precisamente tra Vermiglio e Ponte di Legno, per carpirne la bellezza e affrontare la SS42 del Tonale e della Mendola che, con la sua pendenza massima al 7%, rende l’avventura del Tonale agevole e piacevole allo stesso tempo.

Passo del Tonale mappa

Informazioni utili

  • Partenza: Vermiglio
  • Arrivo: Ponte di Legno
  • Lunghezza: 21 chilometri
  • Durata: circa un’ora

Passo del Tonale in moto. L’itinerario

Dalle caratteristiche decisamente peculiari, ma anche poco contestualizzate rispetto al territorio circostante, il Passo del Tonale è tappa di pregio per chi vuole scoprire le Dolomiti in moto.

Dicevamo poco contestualizzate perché, in particolar modo rispetto allo Stelvio, il Tonale si mostra sin dai primi chilometri con una urbanizzazione eccessiva, che lo ha reso ben più popolato di quanto la collocazione geografica suggerirebbe.

Per contro, però, l’ampia disponibilità di strutture ricettive e di servizi dedicati ai turisti (in moto, in bici, che praticano sport invernali e non solo) ha reso il Tonale una meta da viaggio a 360 gradi, incrementandone il potenziale attrattivo anche per chi si sposta su due ruote.

Percorrere il Tonale significa affrontare la Strada statale 42 del Tonale e della Mendola, quest’ultimo altro passo piuttosto urbanizzato che si trova invece nel pieno del Trentino Alto Adige, a una altezza di 1.363 metri sul livello del mare.

La SS42 ha origine a Treviglio, nella bergamasca, e si conclude a Bolzano, nel pieno dell’Alto Adige, offrendo ben 242 chilometri di panorami tra le vette dell’Italia settentrionale.

La facilità con la quale si affronta il Tonale, anche grazie alla sua pendenza sostanzialmente più bassa rispetto alle altre strade alpine, ha reso questo passo molto apprezzato nel mondo delle due ruote, sia in ambito motociclistico che ciclistico (ha ospitato diverse tappe del Giro d’Italia).

Nei pressi del Tonale è possibile visitare il Sacrario monumentale del Tonale, realizzato su progetto di Timo Bortolotti per commemorare le vittime italiane ed austro-ungariche della Prima guerra mondiale.

Per gli amanti degli sport invernali, infine, il comprensorio sciistico del Tonale mette a disposizione oltre 100 chilometri di piste, che sono rapidamente unite, da una moderna cabinovia, a Ponte di Legno e Temù.