Non vedrai l'ora che sia il 2024 per averla: questa moto a 5300 Euro è un vero affare!

Non vedrai l’ora che sia il 2024 per averla: questa moto a 5300 Euro è un vero affare!

Leonardo Anchesi  | 31 Dic 2023  | Tempo di lettura: 4 minuti

Salutiamo le ultime ore del 2023 parlando di una moto con un nome che punta decisamente verso l’alto la Royal Enfield Himalayan, l’enduro di piccola cilindrata ormai da diversi anni nel listino della casa indiana, erede di quella tradizione British che, col tempo, è diventata l’emblema del marchio. E la Himalayan non fa di sicuro eccezione: linea minimal, pochi fronzoli e motore quanto basta per far divertire tutti; insomma, un concentrato di britannicità made in India. Questa piccola enduro vi farà innamorare per le sue doti versatili e  per i costi di gestione al limite del ridicolo, oltre che lasciarvi incantati per la sua spiazzante semplicità. Ma non voglio anticiparvi niente. Oggi,  noi di TrueRiders, vi porteremo per mano alla scoperta di questo prodotto, perfetto per chi vuole vivere una vita avventurosa senza però, per questo, dover dare fondo ai risparmi di una vita.

Motore? Q.B.

Il monocilindrico 400 dai costi irrisori

Esatto, proprio come nelle ricette: quanto basta. Quanto basta per divertirsi, quanto basta per fare molti km in sicurezza, quanto basta per non svenarsi…e potremmo ancora andare avanti per parecchio. Ma andiamo più da vicino a vedere questo propulsore: è un monocilindrico a corsa lunga (necessaria per strappare un filo di coppia in più ai bassi), da 411 cc di cilindrata. Questo unico pistone sviluppa circa 25 cavalli di potenza e 32 Nm di coppia. Insomma, numeri veramente adatti a chiunque, gestibilissimi anche da chi è alle primissime armi. Ma non solo, perché i consumi sono veramente irrisori: quasi 32 km con un solo, “misero” (non tanto visto il prezzo delle benzina) litro di carburante. Che dire se non: wow!

La trasmissione finale è a catena ed è gestita da un cambio a 5 rapporti “puro”; cosa vuol dire? Senza alcun tipo di ausilio o diavoleria elettronica di sorta; un cambio old style perfettamente in linea con il resto della moto, di quelli con cui puoi anche cambiare senza frizione, ma solo se sei veramente capace. Ma vuoi vedere che questa Royal Enfield Himalayan ci farà riscoprire, all’alba del 2024, il piacere di guida di un tempo?

Una tradizionale ciclistica per i puri di cuore

Una ciclistica a suo agio in moltissime circostanze

Anche in questo caso siamo nel campo della tradizione più semplice: forcella telescopica all’anteriore, con una generosa corsa di 200 mm, un mono posteriore da 180 mm di movimento, il tutto montato su ruote strette, ideali per lo sterrato e per l’andatura da passeggio che la Himalayan concede. Con una 120 al posteriore e una 90 davanti non aspettatevi di fare curvoni ad alta velocità; la Himalayan, infatti, è una moto più che godibile in molteplici contesti, ma non di certo in quanto a velocità. Tuttavia, Royal Enfield non rinuncia a dargli un ulteriore tocco da enduro e piazza un cerchio da 21″ all’anteriore, proprio come tutte le migliori moto del segmento.

Per i freni non si rinuncia ad avere il disco sia avanti che dietro: un solitario 300 mm all’anteriore e un altrettanto solista 240 mm al posteriore. Tutto questo in poco meno di 200 kg di peso, caratteristica che rende la moto ancor più agile e maneggevole.

Si guida proprio proprio bene questa Royal Enfield Himalayan

Anche le strade più impervie non la spaventano

Facciamo una doverosa premessa: se volete accelerazioni brucianti e derapate al limite state sbagliando moto. Qui siamo nel regno della tranquillità e del passeggio, dove il mondo attorno a noi scorre lento come un meraviglioso film da gustare fotogramma dopo fotogramma. Quindi, salite in sella a questa moto con l’obiettivo di raggiungere la pace interiore, guidando una moto come si faceva un tempo, prima che l’elettronica invadesse ogni cosa. Il suono emesso dal monocilindrico è ritmico e piacevole, mai assordante, neanche agli alti regimi.

La Himalayan concede una guida agile anche sullo sterrato

La guida è agilissima, tenendo sempre a mente la dimensione degli pneumatici, di sicuro non adatti alle andature veloci. Ma il bello della Himalaya è proprio questo: lentamente, con calma ma state pure certi che lei vi porterà ovunque, senza fermarsi neanche davanti alle strade più impervie che, anzi, sono proprio il suo habitat naturale. Il prezzo è, infine, la vera ciliegina sulla torta: solo 5.300€, accessori esclusi (pochi, la moto ha già praticamente tutto ciò di cui si ha bisogno); in buona sostanza, appena poco di più di quello che spenderete per il cenone di questa ultima spettacolare serata del 2023!

Credit foto:
Royal Enfield – official website

Leonardo Anchesi
Leonardo Anchesi

Garfagnino DOC e Sardo di adozione, sono uno storico dell’arte (da qualche anno) e biker sin dalla più tenera giovinezza. Ho iniziato a collaborare con TrueRiders nel 2023 per mettermi in gioco nel campo della scrittura e ho voluto cominciare scrivendo di qualcosa che amo particolarmente: la moto e tutto ciò che le ruota attorno.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur