TrueRiders

MotoGP 2016, Silverstone: successo storico per Viñales e Suzuki

mgpmaverickvinales

A Silverstone si fa la storia del motomondiale con il primo sigillo MotoGP di Maverick Viñales e il ritorno alla vittoria della Suzuki. Terzo posto per Valentino Rossi

Il 2016 della MotoGP continua a riservare sorprese. Dopo il successo di Crutchlow a Brno, anche Silverstone incorona un nuovo trionfatore nella classe regina, Maverick Viñales, dominatore assoluto del GP di Gran Bretagna. Lo spagnolo regala alla Suzuki la prima vittoria su pista asciutta dal 2001 e lo fa con una corsa di primissimo livello, che lo ha visto mettere in mostra un passo irraggiungibile per tutti gli altri piloti in pista. Il gap creato dal giovane talento iberico non deve però trarre in inganno, perché il divertimento in gara non è mancato, complice un Marc Marquez scatenato e protagonista di bagarre accesissime, prima con Rossi e poi con Crutchlow. Solo un errore proprio nel corso della lotta con Cal, poi secondo sotto la bandiera a scacchi, ha tenuto Marquez fuori dai primi tre a vantaggio proprio del Dottore, che saluta l’Inghilterra con un nuovo piazzamento sul podio. Per Marc il bicchiere resta comunque mezzo pieno: il 93 di casa Honda ha chiuso in quarta piazza e il suo margine in classifica – 50 punti – è tale da dormire sonni tranquilli. Dà invece addio a ogni speranza mondiale Jorge Lorenzo, ottavo e mai davvero in lotta per le posizioni che contano: che sia davvero il momento di scomodare per il maiorchino la parola “crisi”? Sesta piazza per Andrea Dovizioso, nono Danilo Petrucci; a terra Andrea Iannone.

Gare spettacolari e ricche di colpi di scena anche per le “classi minori”. In Moto3, conferma la leadership del campionato Brad Binder, uscito vincitore da una corsa ad alto tasso di sorpassi e italianità: Pecco Begnaia, secondo sul traguardo davanti a Bo Bendsneyder, capitana infatti un gruppo di ben 5 piloti italiani nelle prime sette posizioni. Da sottolineare in particolare l’ottima quarta posizione di Stefano Manzi, a Silverstone nelle vesti di (meritatissima) wild card.

Si riaprono invece i giochi iridati in Moto2, dove classifica mondiale e gara sono riscritte a un soffio dalla bandiera a scacchi da un incidente tra Lowes e Zarco. Il francese è stato infatti penalizzato per il contatto che ha negato a Sam la possibilità di giocarsi la vittoria davanti al pubblico di casa ed è costretto a lasciare la Gran Bretagna con uno zero che inciderà pesantemente nella  sua personale rincorsa a un nuovo titolo da campione del mondo: scendono infatti a 10 i punti di vantaggio su Alex Rins. Agevolato dalla collisione, Thomas Luthi si aggiudica il GP; accanto a lui sul podio Franco Morbidelli, secondo, e Takaaki Nakagami.

Il motomondiale non si ferma e dà appuntamento a tutti i suoi appassionati la prossima settimana, a Misano Adriatico, per il GP di San Marino e della Riviera di Rimini. Non mancate!