Savadori torna in Superbike con Pedercini, la Moto2 stuzzica Puccetti

Superbike Pedercini Moto2 Puccetti
Superbike: Savadori torna con Pedercini, Puccetti approda in Moto2

Dopo un anno di assenza, dalla prossima stagione Lorenzo Savadori tornerà a correre in Superbike. Dietro al ritorno del cesenate nel campionato per moto derivate di serie c’è la figura di Lucio Pedercini, a capo del team Perdercini Racing che utilizza le moto del costruttore giapponese Kawasaki. Per Savadori si tratta di una sorta di déjà vu, dal momento che sei anni fa (era l’anno 2013) aveva sostituito l’infortunato Lundh sempre per il team Pedercini.

L’addio di Aprilia alla Superbike

A dodici mesi di distanza, dunque, Lorenzo Savadori è pronto a recitare un ruolo da protagonista in Superbike. Il pilota 26enne romagnolo proverà a inserirsi nella lotta per il podio in quante più gare possibili, mettendo in mostra il proprio talento. Per Savadori si è trattato di un anno sabbatico forzato. Infatti, la sua momentanea uscita dal mondo della Superbike è dipesa dall’addio di Aprilia alla competizione per concentrare tutti i propri sforzi sul miglioramento delle prestazioni in Motogp.

Il mancato accordo con BMW

Per Savadori sembrava si stessero aprendo le porte della BMW grazie al team guidato dal team principal Shauin Muir, possibilità però svanita dopo pochi giorni. Infatti, Muir decise di affidarsi per la nuova stagione alla collaudata coppia di piloti composta da Markus Reiterberg e Tom Sykes. Ad oggi Sykes occupa l’ottava posizione, con un distacco di oltre 300 punti rispetto all’ex compagno di scuderia Jonathan Rea.

L’esperienza in Moto E

La rinuncia di Aprilia alla Superbike, con la conseguente uscita dal giro di piloti che avrebbe corso nella nuova stagione, non ha comunque fatto perdere l’entusiasmo a Savadori. Il rider di Cesena ha cercato fortuna in Moto E, raccogliendo l’invito di Fausto Gresini per correre con il suo team. A proposito del campionato di Moto E (il corrispettivo della Formula E in F1), poche ore fa è stato pubblicato il nuovo calendario per la stagione 2020. Si partirà in Spagna il 3 maggio per un totale di 5 Gran Premi, con il gran finale previsto a San Marino il 12 e 13 settembre, dove si disputeranno due gare.

Oltre alla Moto E

Accanto all’esperienza nel campionato di moto elettriche, Lorenzo Savadori si è reso protagonista anche di alcune corse al Campionato Italiano Velocità, disputando alcuni round in sella all’Aprilia. Il talentuoso pilota di Cesena ha corso con il team Nuova M2. L’obiettivo era di mettersi in mostra per riottenere un posto in Superbike, opportunità piovuta dal cielo grazie all’interessamento di Lucio Pedercini e del suo team SBK.

Jordi Torres nuovo compagno di squadra

Nella stagione 2020 di Superbike, alla guida della Kawasaki in dotazione del team Pedercini Racing, Lorenzo Savadori duellerà con il suo nuovo compagno di squadra, lo spagnolo Jordi Torres. Al momento, il pilota iberico classe 1987 non sta disputando un campionato di vertice, tutt’altro. Torres infatti è fuori dai primi dieci della classifica e accusa dal compagno Tom Sykes un distacco di quasi 80 punti. In pratica, Jordi Torres si ritrova doppiato dal compagno Sykes pur gareggiando in sella sulla stessa moto.

Le alternative al team Pedercini Racing

In queste ultime settimane per il pilota Savadori si erano aperte almeno due alternative. La prima portava al team Puccetti Racing, autore quest’anno di una stagione fin qui positiva per effetto del sesto posto assoluto nella classifica generale con il rider turco Toprak Razgatlioglu (a soli 26 punti dal britannico Alex Lowes (terzo posto) e prossimo all’ufficializzazione in Yamaha.

Oltre al Puccetti Racing, prima di firmare per il team Pedercini Racing Savadori ha intrattenuto alcuni colloqui con GoEleven, la scuderia guidata da Gianni Ramello. Secondo quanto riportato dalle indiscrezioni giornalistiche, quello di Go Eleven con Savadori è stato un semplice sondaggio. Ad oggi, il team italiano non ha ancora trovato un rider di esperienza che possa rimpiazzare Laverty nel corso della prossima stagione, quando il campione nordirlandese lascerà la Superbike.

Il team Puccetti corteggia Haslam e guarda con interesse la Moto 2

Il primo nome per la nuova stagione 2020 in Superbike del team Puccetti Racing è Leon Haslam, attuale compagno di squadra del leader del campionato Jonathan Rea. Non sono da escludere possibili sorprese già nel prossimo weekend di Magny Cours, quando saranno annunciati i passaggi in MotoGp dello spagnolo Alvaro Bautista (Honda) e del turco Toprak Razgatlioglu (Yamaha).

Se non dovesse andare in porto il corteggiamento a Leon Haslam del team ufficiale della Kawasaki, le mire del Puccetti Racing si sposterebbero su alcuni talenti che oggi corrono in Moto 2. L’idea di portare in Superbike piloti dell’ex campionato della 250 stuzzica Puccetti, che potrebbe così aumentare il prestigio alla sua creatura ormai definita, possibile outsider del prossimo campionato.

TrueRiders