Andare in moto migliora la salute! Scopri perché


Lo stile di vita di un motociclista è sempre molto frenetico e alla ricerca di nuove esperienze da percorrere in sella alla propria moto. Sia per passione personale che per voglia di viaggiare, sono molti i centauri che si mettono alla guida di una moto e da recenti studi è stato dimostrato che andare in moto migliora la salute. Scopriamo perché.

Andare in moto fa veramente bene alla salute?

andare_in_moto_migliora_la_salute

Alcuni studi scientifici e diverse analisi tramite interviste rivolte proprio ai motociclisti hanno dimostrato che andare in moto fa veramente bene alla salute.
Essere in sella ad una moto può assumere diversi significati e suscitare diverse emozioni. Il senso di libertà, l’emozione che si prova alla guida e la possibilità di viaggiare sono degli elementi che caratterizzano la passione per le due ruote di molti motociclisti.
Ma entrando più nel dettaglio scopriamo quali sono i reali benefici di andare in moto.

Miglioramento della concentrazione

Guidare una moto richiede una grande attenzione a molti fattori che possono presentarsi durante il tragitto. Anche se si presta accortezza a rispettare limiti di velocità e le varie regole imposte dal Codice della Strada, essere in sella alla moto è comunque molto pericoloso, soprattutto in situazioni di traffico intenso e perché la visibilità di un utente su un veicolo a due ruote è decisamente minore. Per questo motivo la concentrazione è estremamente maggiore quando si è alla guida e questo aiuta anche nella vita di tutti i giorni. Poiché l’attività sensoriale mentre si è in sella è molto più sviluppata, questo crea un beneficio che non si limita alla sola guida della moto, ma viene trasmesso anche in altre situazioni.

Un ottimo metodo per migliorare l’umore

Come si presenta l’opportunità, un motociclista prende le chiavi, accende la moto e va. Soprattutto dopo una lunga giornata di lavoro o una settimana molto pesante, un giro in moto aiuta a migliorare l’umore della persona che guida, ma anche del passeggero. Questo perché viaggiare in moto rilascia nel nostro corpo sostanze come endorfine e dopamina che aumentano il nostro stato di euforia. Il diretto contato con l’aria, il senso di libertà, la velocità e la scoperta di nuovi scenari porta un miglioramento del proprio umore, aumentando lo stato di felicità.

Aiuta a diminuire lo stress

Uno studio condotto dall’Università di Los Angeles California e finanziato da Harley-Davidson ha confermato che andare in moto riduce notevolmente lo stress. Il motivo risiede nel fatto che la guida di una moto contrasta l’ormone cattivo che produce lo stress, il cortisolo, riducendo la sua produzione addirittura del 28%. Un beneficio molto grande che permette di ritrovare serenità semplicemente coltivando la passione per le due ruote.

Andare in moto equivale ad un allenamento costante

Lo stesso studio menzionato in precedenza ha rilevato che andare in moto per circa 20 minuti al giorno equivale ad un allenamento fisico leggero. Questo perché una sessione di guida di questo intervallo di tempo, ha evidenziato come le frequenze cardiache del pilota siano aumentate dell’11% e i livelli di adrenalina del 2%. Questi dati sono appunto molto simili a quelli che si rilevano praticando un esercizio fisico leggero per la stessa durata.

Guidare la macchina non è la stessa cosa

Diversi test hanno invece dimostrato che gli effetti positivi che si sono riscontati guidando una moto non hanno avuto lo stesso risultato per quanto riguarda le auto. Questo significa che i diversi benefici, l’aumento di concentrazione e la diminuzione dello stress, non sono generati dalla guida, ma dalle sensazioni e dalle emozioni che lo stare in sella ad una moto provoca. Uno stile di vita salutare anche grazie al mezzo di cui siamo tanto appassionati.

Video Itinerari