MotoGp: ecco la nuova Desmosedici GP23, Bagnaia ha scelto il numero!


A Madonna di Campiglio ha preso il via la stagione 2023 della Ducati. Insieme ai piloti e altri ospiti è stata svelata la nuova Desmosedici GP23 per il mondiale di MotoGp e la livrea della Ducati per il campionato SBK. In questa occasione abbiamo scoperto anche la scelta dei due campioni del mondo, Bagnaia e Bautista, sul loro numero di gara.

Replicare i successi del 2022 non sarà facile, ma l’obiettivo è questo

Per la prima volta nella storia di Ducati, il team presenta insieme le moto per il mondiale MotoGp e il campionato SBK. Un’occasione unica anche per il fatto che non era mai successo nella storia della squadra di Borgo Panigale, di essere campioni del mondo sia piloti, con Bagnaia e Bautista, sia nei costruttori,  in entrambe le competizioni.
Il nome dell’evento è stato appunto “Campioni in pista” e ha visto sul palco di Madonna di Campiglio le quattro moto della nuova stagione, in una cornice storica per il team Ducati.
Al fianco di Bagnaia, il nuovo compagno di squadra Enea Bastianini a comporre una squadra del tutto italiana con l’obiettivo di iniziare una striscia di vittorie tricolore. Confermato invece il team SBK con Bautista che al suo fianco avrà sempre Michele Rinaldi.
È proprio ripercorrendo le gesta dei piloti nel 2022 che la presentazione ha avuto inizio, un’ulteriore occasione per celebrare il ritorno alla vittoria di Ducati.

La Desmosedici GP23, qualche tocco di nero accompagna il predominio rosso

Dopo le varie interviste ai piloti e ai team manager delle scuderie, che hanno annunciato i loro obiettivi per la nuova stagione, finalmente abbiamo potuto assistere alla scoperta delle nuove moto.
La Desmosedici GP23 di Bagnaia e Bastianini è un tuffo nel rosso, con qualche punta di nero aggiunta soprattutto per adattare gli sponsor. Una livrea molto simile a quella della passata stagione che ha portato molta fortuna ed è stata testimone di un’impresa senza precedenti. L’augurio è quello che la nuova moto di Borgo Panigale sia in grado di ripetere tutto quello di buono fatto nel 2022.
Per il team Sbk le sensazioni sono le stesse, con una moto anche essa figlia della stagione passata. A differenza di sua sorella nella classe regina presenta anche un tocco di bianco nel cupolino.
Come dichiarato da quasi tutti gli ospiti presenti alla presentazioni, la moto è fantastica nel suo design, con l’augurio che sia anche molto veloce.

Bagnaia ha scelto il numero 1!

bagnaia_numero_1

Oltre a scoprire la nuova Desmosedici GP23, c’era grandissima attesa anche per la scelta del numero di Bagnaia. Come ben sappiamo solo il campione del mondo ha diritto a “indossare” il numero 1. Quasi tutti i piloti che hanno questo privilegio non se lo lasciano sfuggire e anche Pecco Bagnaia non ha resistito al fascino del numero 1. Infatti, sarà proprio questo a comparire sul suo cupolino, anche se il 63 è sempre presente. All’interno dell’1 è infatti inciso, quasi nascosto, il numero portafortuna del neocampione del mondo. Anche lui come il suo idolo e mentore Valentino Rossi, non ha voluto abbandonare il suo numero fortunato, ma a differenza del dottore, che non ha mai usufruito del numero 1, indossando sempre il suo amato 46. Bagnaia però, come lui stesso ha dichiarato, voleva che questo numero tornasse sulla griglia della MotoGp e che spera di liberarsene il più tardi possibile.
La scelta di Bautista è la stessa di quella di Bagnaia, ma con un racconto decisamente più romantico. Infatti il pilota spagnolo ha motivato la sua scelta dicendo che sia stata la figlia di soli tre anni a decidere il numero del papà per la nuova stagione.

Credits delle immagini: https://www.ducati.com/it/it/home

Video Itinerari