TrueRiders

MotoGP 2018, Rio Hondo: la sfida Dovi – Marquez sbarca in Argentina

MotoGP Dovi Qatar, preview Argentina

Archiviato il Qatar, la MotoGP 2018 approda sul circuito di Termas de Rio Hondo per la seconda gara della stagione. Notizie, novità e orari tv del GP d’Argentina

Lasciata ormai alle spalle la vittoria di Dovizioso del Qatar, il motomondiale si prepara al secondo appuntamento del campionato MotoGP 2018, di scena sul tracciato argentino di Termas de Rio Hondo, parte integrante del calendario del motomondiale dal 2014, quando a vincere fu Marc Marquez. Lo spagnolo avrebbe poi replicato nel 2016: nel mezzo, l’ormai celebre duello con Valentino Rossi nel 2015, nota dolente insieme alla caduta dello scorso anno, quando a trionfare in gara fu il connazionale Maverick Viñales.

Una storia breve, dunque, quella del circuito sudamericano, ma già di grande rilevanza nella storia del motomondiale: cosa aspettarsi allora dal GP di domenica? Dopo quanto accaduto a Losail, le aspettative sono tutte per l’ennesimo duello tra Marc Marquez e Andrea Dovizioso, ma difficile fare previsioni. E non solo a causa del meteo, al momento piuttosto incerto. Se l’alfiere Honda ha infatti con l’Argentina un rapporto di gioie e dolori, non meno si può dire per l’italiano che, fatta eccezione per il secondo posto del 2015, non ha mai raccolto granché a Rio Hondo. E spesso non per propri demeriti… come dimenticare ad esempio il sorpasso funesto, per Ducati, subito da Andrea Iannone nel 2016. La “sfortuna” lascerà spazio a un nuovo duello con il numero 93?

Molto dipenderà anche dagli altri possibili protagonisti di gara e stagione, a cominciare dalle Yamaha. Mentre Rossi si è confermato osso duro sotto i riflettori del Qatar, Maverick Viñales e Johann Zarco hanno sofferto, con il primo nei guai per tutto il weekend e in ripresa solo nel fine gara e il secondo in crisi di gomme nel corso degli ultimi giri della corsa. Se è vero che non sarà forse possibile stabilire gli equilibri del campionato fino al ritorno in Europa, lo è altrettanto che per la casa di Iwata e i suoi piloti l’Argentina può e deve essere l’occasione di riconfermarsi parte dei giochi iridati, dopo un 2017 certo non da incorniciare.

Da tenere infine d’occhio lungo i 4,8 kilometri del tracciato almeno altri due nomi, oltre a quelli degli italiani Danilo Petrucci e Andrea Iannone: Alex Rins, il cui futuro in sella a Suzuki pare sempre più promettente, Jorge Lorenzo, al contrario chiamato all’ennesima prova del nove su Ducati. Senza dimenticare infine le cosiddette “classi minori”, per le quali sarà particolarmente interessante capire se i due vincitori del Qatar Jorge Martin e Pecco Bagnaia sapranno già riconfermarsi e indossare quindi i panni dei potenziali dominatori di Moto3 e Moto2.

Per scoprirlo non resta che sintonizzarsi davanti alla tv! Per tutti gli appassionati l’appuntamento è domenica 8 aprile su Sky Sport MotoGP HD (canale 208 della piattaforma satellitare per gli abbonati) o, in alternativa, in chiaro su TV8 (digitale terrestre). Si comincia alle 17 con la diretta della Moto3, per assistere poi al via della Moto2 alle 18.20 e, dulcis in fundo, alla bagarre della MotoGP a partire dalle ore 20.00. Non mancate!

Mara Guarino

NOTIZIE, INFORMAZIONI E NOVITà DAL MONDO DELLE DUE RUOTE