Ecco come spedire la moto all’estero

Spedire moto all'estero
Spedire moto all'estero: ecco come fare

Mettiamo che siate rimasti incantati dalle bellezze della Cordigliera delle Ande oppure vogliate regalarvi quel viaggio in Australia che sognate da una vita. Mettiamo anche che vogliate farlo in moto, perché si sa che tutto è più bello in sella.

Se come molti altri compagni rider non volete rinunciare al vostro “ferro”, però, c’è una sola soluzione: spedire la moto all’estero. Una mission quasi impossible secondo alcuni, con costi proibitivi che ci fanno preferire immediatamente soluzioni nostrane. Per altri, addirittura, è d’obbligo lasciare la propria moto a casa e affidarsi in loco a noleggi, sperando in prezzi non assurdi.

Non è però necessario essere catastrofisti. Il trasporto della moto verso paesi extra-europei (soprattutto se si punta a mete in America, Asia od Oceania) non è sempre foriero di problemi, anzi. Scopriamo tutto quello che c’è da sapere per la spedizione moto all’estero.

Quali documenti servono per spedire la moto?

Quando si spedisce il proprio mezzo di trasporto all’estero, in particolare nei paesi non appartenenti alla UE, bisogna fare molta attenzione ai documenti necessari.

In particolar modo si avrà bisogno della licenza di importazione (documento temporaneo), che provi la proprietà del mezzo. È poi fondamentale fornire alle autorità tutti i documenti personali (immatricolazione, passaporto, patente nazionale e internazionale).

Infine, per evitare i costi doganali, può essere necessario il carnet de passage en douane, documento che accerta il possesso del mezzo.

Quanto bisogna pagare?

In alcuni paesi, come ad esempio gli Stati Uniti d’America, l’importazione avviene in franchigia, dunque non sono dovuti gli oneri doganali poiché il mezzo è personale.

I costi salgono però quando si parla di assicurazione: salvo che nelle nazioni dove è riconosciuta quella italiana, sarà necessario stipulare una assicurazione provvisoria valida a destinazione. Esistono compagnie assicurative specifiche atte a risolvere questa pratica in pochissimo tempo. Negli USA opera l’American International Underwriters, con sede a New York ma contattabile anche online.

Il costo del trasporto varia molto a seconda della compagnia scelta e del mezzo impiegato. Mentre il trasporto via nave è generalmente più economico (ma molto più lento), quello via aereo è invece richiede meno tempo, ma quote più alte. Vi sono infine trasporti via camion, per tratte ridotte con costi variabili intorno ai 150-200 euro per 1000 chilometri.

TNT, tra le principali compagnie di spedizioni al mondo offre un servizio dedicato chiamato Scooter Express. Si possono spedire mezzi fino a 250 kg con dimensioni massime di 130x85x215. Il costo varia dai 1.200 euro per i paesi mediterranei e del Benelux (A/R) ai 2.200 euro per la Finlandia.

Stefano Maria Meconi