I migliori itinerari da fare per il Ponte dell’Epifania


1Il Ponte dell’Epifania, tutte le feste si porta via… ma non gli itinerari in moto! Venerdì 6, sabato 7 e domenica 8 gennaio: tre giorni di vacanza e relax da vivere su due ruote, magari andando alla scoperta di originali e insolite destinazioni mototuristiche del Bel Paese. Perché, se i passi sono chiusi, non è che la voglia di viaggiare in sella diminuisce. Ecco delle proposte fuori dai soliti giri per trascorrere la Befana in moto.

Valle di Comino (Lazio)

Iniziamo il nostro tour dalla Ciociaria, e più precisamente dalla Valle di Comino. Facilmente raggiungibile da Roma in 1 ora, è una serie di bellissimi comuni sulle colline che dominano la zona di Cassino. La Valle di Comino non è solamente una meta privilegiata per gli amanti della natura e dell’enogastronomia. Anche gli appassionati di due ruote, curiosi di fare capolino in qualche antico borgo, possono esplorare quest’angolo di Ciociaria a bordo del proprio bolide.

Il percorso: 50 chilometri con partenza e ritorno ad Alvito, passando per San Donato Val di Comino, Picinisco e Atina. Da compiere in mezza giornata/un giorno intero.

Via Appia Antica (Puglia)

Brindisi

È l’itinerario dei due mari, l’Adriatico e lo Jonio, che puoi toccare entrambi percorrendo la Via Appia Antica. Il tratto Brindisi-Taranto è il “capolinea” della Regina Viarum, un bellissimo percorso nel cuore delle sorprendenti bellezze pugliesi. È un percorso abbastanza breve che è ideale da unire alle visite nei centri storici delle cittadine pugliesi che testimoniano la lunga storia di questo territorio.

Il percorso: 79 chilometri da Brindisi a Taranto, passando per Oria e Grottaglie. Da fare in una giornata o due, per chi vuole approfondire la visita dei due capoluoghi.

Passo Gaver (Lombardia)

Gaver

Paradiso dei fondisti e vera e propria alternativa al Maniva, il Passo Gaver è la meta che non ti aspetti da scoprire durante il Ponte dell’Epifania. Una zona ricca di piccoli e grandi laghi, come l’Idro e l’Iseo, riparata dalle propaggini delle Prealpi Gardesane, lontana dal caos delle città di fondovalle, che unisce le tre valli più importanti del Bresciano: Val Sabbia, Val Camonica e Val Trompia.

Il percorso: 33 chilometri, da Breno a Ponte Caffaro, passando per il Siltar De Gaver e il Passo Maniva. Da fare in mezza giornata, con una irrinunciabile pausa pranzo “in quota”.

Valcellina (Friuli-Venezia Giulia)

Prende il nome dal fiume che la attraversa, ma la Valcellina è tutto questo e molto altro ancora. Nel cuore delle Dolomiti friulane, una vallata che dà fondo alla sua riserva di meraviglie naturali, tra cui il Lago di Barcis. Zone tutelate dall’UNESCO, piccoli borghi di charme, antichi monumenti come la piccola Chiesa di San Rocco, la cui costruzione risale al IX secolo. Nel corso dell’itinerario, anche la possibilità di arrivare a Longarone, il comune devastato dall’incidente del Vajont, per un viaggio nella memoria.

Il percorso: 147 chilometri, da Longarone a Udine, passando per Cimolais, Barcis, Vajont, San Martino al Tagliamento e Codroipo. Da fare in un giorno, magari prevedendo una deviazione a San Daniele del Friuli, per l’ottimo prosciutto locale.

Valle Roveto (Abruzzo)

Valle Roveto

Nell’Abruzzo “forte e gentile”, siamo sicuri che anche la tua moto sarà forte e gentile. Forte, perché le montagne dell’Appennino sono una sfida impegnativa per i bikers. Gentile, perché i borghi arroccati sulla Marsica conservano una grazia senza tempo. Per il Ponte dell’Epifania, andiamo in Valle Roveto, a scoprire paesi dalla fragile e affascinante bellezza. Una bellezza in cui l’opera dell’uomo fa a gara con l’incanto della natura.

Il percorso: 45 chilometri, da Avezzano a Sora, passando per Capistrello, Canistro, Civitella Roveto, Civita d’Antino, Morino, San Vincenzo Valle Roveto, Balsorano. Da fare in un giorno, prevedendo più tappe nei borghi più belli

Video Itinerari