Taglio accise carburanti, l’estensione durerà fino all’8 luglio

accise carburanti




 

È stata comunicato ufficialmente che il governo Draghi, in risposta all’attuale aumento dei prezzi dovuto dalla guerra in Ucraina, ha approvato l’estensione del taglio sulle accise carburanti fino al prossimo 8 luglio 2022. La decisione, che era ancora nell’aria, è stata finalizzata nel Consiglio dei Ministri di giovedì 28 aprile che ha, tra l’altro, discusso la rimozione dell’obbligo delle mascherine al chiuso, almeno in molti luoghi di ristorazione e accoglienza.

L’intervento di aprile fa così seguito al primo taglio di 25 centesimi che il CdM aveva varato il 22 marzo, all’inizio della crisi russo-ucraina, per rispondere agli enormi aumenti del costo della benzina, che in alcuni casi aveva anche sfiorato, se non superato, i 2,5 euro al litro per il servito.

Senza questo ulteriore prolungamento, era previsto che lo sconto sul costo del carburante scadesse il 2 maggio prossimo. Per il governo, il costo di questo provvedimento è stato complessivamente di 590 milioni di euro per poco più di un mese. Per l’estensione fino all’8 luglio 2022, che ha funzione calmierante, lo Stato ha messo in campo almeno 1 miliardo di euro.

Risorse che, però, sono giudicate necessarie dal ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, secondo il quale quello delle accise carburanti è “un tema di primo piano a cui l’esecutivo sta prestando la massima attenzione insieme alle misure necessarie a calmierare i prezzi. Da parte del ministero dello Sviluppo economico la volontà è quella di assicurare la trasparenza dei prezzi al fine di evitare fenomeni speculativi“.

La risposta di Giorgetti, raccolta durante il consueto Question Time settimanale tenutosi alla Camera dei Deputati, lascia dunque ben sperare.

Prezzi medi settimanali dei carburanti

L’ultima rilevazione sul costo carburante, pubblicata il 18 aprile scorso dal MiSe, vede un costo di 1757,24 euro/1000 litri per la benzina e di 1750,73 euro per il gasolio. La riduzione dei prezzi, rispetto al periodo precedente, è rispettivamente di 8,12 e 9,83 euro.

Tramite il sito PrezziBenzina.it, che riporta aggiornamenti in tempo reale sul costo del carburante, possiamo inoltre avere un quadro dei costi del carburante nelle principali città italiane. Mentre scriviamo questo articolo, i prezzi medi sono i seguenti:

  • Roma: 1,68 euro (benzina) – 1,69 euro (diesel)
  • Milano: 1,66 euro (benzina) – 1,71 euro (diesel)
  • Venezia: 1,68 euro (benzina) – 1,70 euro (diesel)
  • Torino: 1,69 euro (benzina) – 1,70 euro (diesel)
  • Napoli: 1,67 euro (benzina) – 1,68 euro (diesel)
  • Catania: 1,69 euro (benzina) – 1,72 euro (diesel)

Qual è la situazione nella vostra città? Commentate l’articolo o intervenite sulla pagina Facebook di TrueRiders.

Scopri anche

Avatar per Stefano Maria Meconi

Stefano Maria Meconi

Responsabile editoriale di TrueRiders sin dal 2015