Sali a Borgo tappa 4: il programma dell’ultimo tour

Sali A Borgo Tappa 4 1522354784 740x555

Sali a Borgo è infine giunto alla sua quarta e ultima tappa. Un’iniziativa volta alla promozione del turismo di prossimità nel nostro paese, per non rinunciare a vacanze di qualità ma all’insegna del distanziamento sociale imposto dall’emergenza Covid-19.

Gli itinerari proposti da questo progetto si rivolgono agli appassionati delle due ruote, proponendo tracciati stimolanti alternati ad alcuni dei borghi più belli d’Italia per esperienze uniche a livello sportivo, naturalistico, storico, artistico ed enogastronomico.

Ecco allora cosa aspetta il nostro Roberto Parodi. Sali a borgo tappa 4: il programma. 

Sali a Borgo tappa 4: L’ultimo itinerario dalla Lombardia all’Emilia Romagna, alla scoperta di Fortunago, Boggio e Vigoleno di Vernasca. Ecco il programma

Questa seconda edizione di Sali a Borgo è stata promossa da “I Borghi più belli d’Italia” con il patrocinio di ENIT – Agenzia Nazionale Italiana del Turismo e ANCMA (Associazione Nazionale Ciclo Motociclo Accessori). Il progetto è stato organizzato da Ecce Italia e Valica con il supporto di TrueRiders ed Europ Assistance Italia, partner che in occasione dell’estate 2020 ha proposto Viaggi Italia, una nuova soluzione per incentivare il turismo nel nostro paese in tutta sicurezza anche in caso di Covid-19.

Bobbio 1555239908
L’ingresso a Bobbio, una delle 3 tappe di Sali a Borgo (quarta puntata) e “città dei motociclisti”

La quarta tappa, che si terrà dall’8 al 10 ottobre, si spingerà fino all’Emilia Romagna. Le tappe precedenti hanno portato il Parods alla scoperta della Lombardia, delle Langhe piemontesi e delle coste liguri; quest’ultimo tour avrà invece come borghi di riferimento Fortunago, Boggio e Vigoleno di Vernasca, il primo in provincia di Pavia e gli altri due in provincia di Piacenza. Un percorso di circa 300 chilometri che si snoda tra suggestive strade provinciali e interessanti appuntamenti culturali. 

Scopri i programmi della prima, della seconda e della terza di Sali a Borgo! 

Le destinazioni

Partendo da Milano, la prima fermata sarà Fortunago, nel territorio collinare in provincia di Pavia. Il borgo conta solamente 50 abitanti ed è immerso in 400 ettari di bosco rigoglioso che ospitano fonti sorgive. Come qualunque cittadina medievale che si rispetti, il nucleo antico è cinto da mura e dominato da un suggestivo edificio religioso, la Chiesa di San Giorgio

fortunago
Il piccolo borghetto di Fortunago, la prima delle tre tappe che Roberto Parodi raggiungerà in questo weekend

Da Fortunago Sali a Borgo partirà alla volta di Bobbio, attraversando il confine con l’Emilia Romagna e giungendo in provincia di Piacenza. Percorrendo la strada provinciale della Val Tidone, il Parods raggiungerà il meraviglioso affresco cittadino a ridosso del fiume Trebbia, ai piedi del Monte Penice. Il Ponte Gobbo, dal caratteristico profilo contorto, accoglierà il nostro visitatore. Il Borgo conserva inalterato il suo originario spirito medievale, tanto che nel 2019 ha vinto il contest della trasmissione Kilimangiaro di Rai 3, aggiudicandosi il titolo di “Borgo dei Borghi 2019”

Terza e ultima stazione del quarto e ultimo tour di Sali a Borgo sarà Vigoleno, una frazione del comune di Vernasca sempre in provincia di Piacenza. Collocato sul crinale di un dolce rilievo, gode di un ampio panorama sulle vallate e sulle verdi colline circostanti. La cinta muraria con le caratteristiche merlatura è tuttora intatta e continua a proteggere un mastio che rievoca chiaramente il passato medievale della città. 

L’itinerario circolare si chiuderà con il ritorno a Milano, distante circa un’ora e trenta minuti dalla suggestiva Vigoleno.

L’itinerario

L’itinerario, circolare, prevede per ogni spostamento delle soluzioni alternative dalla diversa lunghezza. Ogni mototurista può infatti scegliere il tracciato che fa per lui: ora curvilineo, ora più lungo o magari più breve, nel caso in cui la curiosità per il borgo successivo fosse irrefrenabile!

  • Milano – Fortunago: 90 km via A7 – Tempo: 1 h 30 min; 78 km via A7 e Strada Provinciale 35 dei Giovi – Tempo: 1h 30 min; 80 km via SP2 – Tempo: 1 h 57 min.
  • Fortunago – Bobbio: 41 km via Strada Provinciale 412 R della Val Tidone e Strada Statale 461/SP461 – Tempo: 1 ora; 41 km via Strada Provinciale 412 R della Val Tidone – Tempo: 1 ora; 49 km via SP34 – Tempo: 1 h 15 m.
  • Bobbio – Vigoleno (Vernasca): 70 km via SS45 e SP6 – Tempo: 1 h 20 min; 48 km via SS45 – Tempo: 1 h 20 min; 80 km via SS45 e SS9 – Tempo: 1 h 20 min.
  • Vigoleno – Milano: 113 km via A1 – Tempo: 1 h 38 min.

Programma

Anche quest’ultima tappa sarà all’insegna del brivido delle due ruote, ma anche di indimenticabili esperienze locali. A Fortunago Roberto Parodi verrà guidato a scoprire la chiesa e il teatro del borgo; assaggerà i malfatti, il piatto tipico locale, presso La Pineta e il frutto dei vigneti dell’azienda agrituristica di Paolo Goggi.

vigoleno
I suggestivi panorami di Vigoleno, con il suo affaccio sulle colline circostanti

Il sindaco Roberto Pasquali accoglierà il nostro testimonial a Bobbio, che successivamente sarà guidato alla scoperta dell’Abbazia di San Colomano, della Basilica e del Museo di arte moderna Collezione Mazzolini. Per pranzo la rappa prevede una degustazione dei “Maccheroni alla bobbiese”, piatto tipico e prodotto De.Co. presso Hotel Piacentino. Il pomeriggio prevedrà: visita al borgo di Brugnello, che dista circa 13 km da Bobbio e da cui si gode di una vista panoramica sul fiume Trebbia, visita al Castello Malaspina e infine passeggiata sul Ponte Vecchio detto anche “Gobbo”. Per concludere la lunga giornata, una deliziosa cena presso albergo Nobile e il pernottamento presso il B&B San Nicola, nella Contrada dell’Ospedale.

Sali a Borgo tappa 4: come seguirla

Sali a Borgo è un diario di viaggio. Per vivere in tempo reale le avventure di Roberto Parodi, continuate a leggere gli aggiornamenti su TrueRiders e non solo!

Potete infatti scoprire le avventure del nostro testimonial anche sulle pagine Facebook e Instagram di TrueRiders e sui canali social di Roberto (FacebookInstagram).