MotoGP Australia, Bagnaia riesce nel sorpasso, ora è leader

Aspettavamo questo momento da settimane. E ora è arrivato: Francesco Bagnaia ha sorpassato in classifica il (finora) leader Fabio Quartararo, completando così una rimonta che a metà stagione sembrava impossibile. Il MotoGP di Australia rappresenta dunque un nodo chiave della stagione 2022 del Motomondiale, probabilmente il momento decisivo. Mancano solo due gare alla fine dell’anno (Malesia e Valencia) e il piemontese potenzialmente può conquistare il titolo già nel prossimo Gran Premio. 

Ma non corriamo troppo: prima di pensare al futuro andiamo a vedere i risultati, le classifiche e le cronache del diciottesimo appuntamento del Motomondiale 2022, con gli aggiornamenti anche su Moto2 e Moto3. 

MotoGP Australia, vince Rins

Diversamente dalle tappe in Giappone e Thailandia, segnate da pioggia e maltempo, stavolta la pista di Phillip Island è asciutta e splende il sole. Dopo una gara combattuta e senza un vero dominatore, è Alex Rins a tagliare per primo il traguardo: una vittoria di grande significato soprattutto per la Suzuki, che a fine anno abbandonerà il circuito MotoGP. 

Con l’addio deciso dalla casa di Hamamatsu, Rins e il suo compagno di squadra Joan Mir nel 2023 cambieranno casacca: il trionfatore di oggi salirà sulle Honda del team LCR. Mir invece correrà all’interno del team Repsol Honda al fianco di Marc Marquez. 

Ed è proprio Marc Marquez ad occupare il secondo gradino del podio, centrando quota 100 podi in carriera. Gara brillante per lo spagnolo, che fino all’ultimo ha tentato l’assalto alla moto di testa, ma può comunque ritenersi soddisfatto di questo risultato e del positivo recupero dopo l’operazione al braccio. 

Il terzo posto di Francesco Bagnaia ha il sapore di una vittoria, considerando che rappresenta il suo approdo in cima alla graduatoria. Se fino a ieri è stato il principale inseguitore, oggi diventa l’inseguito. Una volta appreso della caduta di Quartararo, ha lottato per centrare un buon risultato ma senza rischiare – nel finale viene superato da Rins e Marquez – e riuscendo a portare a casa un considerevole bottino di punti che potrebbe potenzialmente renderlo campione con una giornata di anticipo.

Uno scenario che di certo non piace a Fabio Quartararo, che con la caduta all’11° giro non guadagna punti e perde la leadership della classifica. Il sogno di bissare il titolo dell’anno scorso sembra sfumare. Sono 14 i punti che separano El Diablo dal nostro Pecco, ma stavolta è il francese a inseguire. 

Anche il beniamino di casa Jack Miller non riesce a concludere la gara, perché atterrato da Alex Marquez (per lo spagnolo è stato deciso un long lap penalty per la Malesia). Aleix Espargaro nono mantiene la sua terza piazza in graduatoria. Jack Martin dalla pole position conclude settimo. Infine, complimenti agli italiani Marco Bezzecchi, Enea Bastianini e Luca Marini per il quarto, quinto e sesto posto. 

Ecco nel dettaglio l’ordine di arrivo del MotoGP Australia

  1. A. Rins (Team costruttori Suzuki MotoGP) – #42 Spagna
  2. M. Marquez (Honda) – #93 Spagna
  3. F. Bagnaia (Ducati) – #63 Italia
  4. M. Bezzecchi (Ducati) – #72 Italia
  5. E. Bastianini (Ducati) – #23 Italia
  6. L. Marini (Ducati) – #10 Italia
  7. J. Martin (Ducati) – #89 Spagna
  8. J. Zarco (Ducati) – #5 Francia
  9. A. Espargaro (Aprilia) – #41 Spagna
  10. B. Binder (KTM) – #33 Sudafrica
  11. P. Espargaro (Honda) – #44 Spagna
  12. M. Oliveira (KTM) – #88 Portogallo
  13. C. Crutchlow (Yamaha) – #35 Regno Unito 
  14. D. Binder (Yamaha) – #40 Sudafrica
  15. R. Gardner (KTM) – #87 Australia
  16. R. Fernandez (KTM) – #25 Spagna
  17. M. Vinales (Aprilia) – #12 Spagna
  18. J. Mir (Team costruttori Suzuki MotoGP) – #36 Spagna
  19. T. Nagashima (Honda) – #45 Giappone
  20. F. Di Giannantonio (Ducati) – #49 Italia

Non classificati: 

  • F. Morbidelli (Yamaha) – #21 Italia
  • F. Quartararo (Yamaha) – #20 Francia
  • J. Miller (Ducati) – #43 Australia
  • A. Marquez (Honda) – #73 Spagna

La classifica generale aggiornata

  1. Francesco Bagnaia 233
  2. Fabio Quartararo 219
  3. Aleix Espargaro 206
  4. Enea Bastianini 191
  5. Jack Miller 179
  6. Brad Binder 160
  7. Johann Zarco 159
  8. Alex Rins 137
  9. Jorge Martin 136
  10. Miguel Oliveira 135
  11. Maverick Vinales 122
  12. Luca Marini 111
  13. Marc Marquez 104
  14. Marco Bezzecchi 93
  15. Joan Mir 77
  16. Pol Espargaro 54
  17. Alex Marquez 50
  18. Takaaki Nakagami 46
  19. Franco Morbidelli 31
  20. Fabio Di Giannantonio 23
  21. Andrea Dovizioso 15
  22. Darryn Binder 12
  23. Remy Gardner 10
  24. Raul Fernandez 9
  25. Cal Crutchlow 6
  26. Stefan Bradl 2
  27. Michele Pirro 0
  28. Lorenzo Savadori 0
  29. Tetsuta Nagashima 0
  30. Danilo Petrucci 0
  31. Kazaki Watanabe 0
  32. Takuya Tsuda 0

Moto2 Australia, anche qui cambio al vertice

Esattamente come nella classe regina, anche in Moto2 c’è un cambio al vertice della classifica generale. Augusto Fernandez cade, e Ai Ogura (undicesimo) diventa nuovo leader con 3,5 punti di vantaggio sull’inseguitore. 

Per quanto riguarda l’esito della competizione, Alonso Lopez non ha avuto rivali, e ha dominato dall’inizio alla fine. Secondo Pedro Acosta, terzo Jake Dixon. Caduti, purtroppo, i nostri Celestino Vietti e Tony Arbolino. 

Moto3 Australia, primo importante verdetto

Izan Guevara, con la vittoria della gara di Moto3, sul circuito australiano di Phillip Island si laurea matematicamente campione del mondo: è il primo verdetto della stagione per quanto riguarda i piloti. Deniz Oncu e Sergio Garcia salgono con lui sul podio. 

Stefano Nepa quinto, Dennis Foggia nono, Riccardo Rossi decimo: questi sono i principali risultati degli italiani

Lotta per il mondiale MotoGP: gli scenari possibili

E ora si va a Sepang: dopo il MotoGP di Australia il penultimo appuntamento della stagione si svolge in Malesia. La data è domenica 23 ottobre, l’orario le 9: inizieremo la domenica con un nuovo importante verdetto? Vediamo gli scenari possibili

Bagnaia vince matematicamente il mondiale se: 

– vince la corsa e Quartararo arriva al massimo al 4° posto; 

– arriva secondo, e il francese al massimo 7°; 

– arriva terzo, e il francese al massimo 11° 

– arriva quarto, e il Diablo al massimo 14°

– arriva quinto, e il suo inseguitore non prende punti.

Già prevediamo una gara mozzafiato! 

Scopri anche

Avatar per TrueRiders

Video Itinerari