La bellezza 'miracolosa' della Maiella: ecco l'itinerario dove la montagna d'Abruzzo è una vera apparizione

La bellezza ‘miracolosa’ della Maiella: ecco l’itinerario dove la montagna d’Abruzzo è una vera apparizione

Alessio Gabrielli  | 13 Lug 2024  | Tempo di lettura: 4 minuti
Gli itinerari in moto per le strade dell’Abruzzo sono tra i più amati dai motociclisti. Una di queste avventure è senz’altro quella che, attraversando Passo Lanciano, ci porta alla conquista della Maiella. Il passo abruzzese è talmente suggestivo e sfidante da essere stato per sette volte sede di arrivo e tappa del Giro d’Italia, dal 1967 al 2017.Questo territorio caratterizzato da ampi valloni e canyon, racchiude anche un profondo sentimento di spiritualità. Gli eremi della Majella conservano la storia millenaria di un culto pronto ad accogliervi guidando sulle orme dei pellegrini di secoli fa.Nella Majella, che nell’antichità era sacra alla dea Maia, si trovano numerose aree archeologiche, come Ocriticum presso Cansano, Juvanum presso Montenerodomo o Pallanum presso Tornareccio. Insomma, che dire: se siete centauri pronti all’avventura e curiosi di scoprire angoli di storia, salite in sella e seguite il nostro itinerario!

Passo Lanciano in moto. L’itinerario

Mappa

Percorso

La strada che conduce a Passo Lanciano è formata da ben 46 tornanti, davvero emozionanti da percorrere in moto. Da Pretoro si attraversa la Strada Statale 614 della Maielletta e Roccamorice.La Montagna Madre dell’Abruzzo è d’altro canto una delle più belle da percorrere su due ruote. La città di partenza dell’itinerario che vi proponiamo è Chieti, facilmente raggiungibile in moto dal casello autostradale della A25. Lasciato il casello, ci avviamo sulla SS614 in direzione di Casalinocontrada, San Rocco e Pretoro: da qui inizia l’impegnativa salita che ci porterà ai 1655 metri di Passo Lanciano. La strada è fantastica con continue curve che sembrano siano state disegnate appositamente per i centauri più accaniti.Si scende verso Roccamorice, un paese che può essere definito una vera e propria oasi di pace. Solo mille abitanti di un villaggio proteso su uno sperone roccioso, circondato da una natura incontaminata. Questo borgo in provincia di Pescara stupisce per gli eremi celestiniani che lo circondano: San Bartolomeo in Legio e Santo Spirito a Majella, due luoghi ricchi di spiritualità e storia da non perdere.Il tour prosegue sulla SS487 e attraversa Scagnane di Sopra, Fonte Santa Croce e Caramanico Terme. Terra di benessere nel cuore del Parco Nazionale della Majella, questa località è celebre per le sorgenti sulfuree e oligominerali. Proseguiamo la nostra emozione su due ruote incontrando Roccacaramanico, il “paese che non c’era”, così definito perché oggi è poco più di un paese fantasma che rivive grazie all’impegno dei suoi pochi abitanti. Questo borgo è una meraviglia italiana da non perdere, prima di arrivare proprio sotto l’imponente Massiccio della Majella pronti a godere di panorami mozzafiato. Infatti, un chilometro circa oltre Roccacaramanico, imbocchiamo la stradina che si apre sulla sinistra. Questo tracciato alle pendici del Massiccio della Maiella non è decisamente in buono stato, pertanto vi consigliamo il massimo della prudenza.

Tutto quello che c’è da sapere sul Passo Lanciano

Passo Lanciano

Dove si trova Passo Lanciano

Passo Lanciano è una celebre località sciistica che si trova sul versante nord-orientale del massiccio della Majella, nell’Appennino centrale abruzzese. Il Parco Nazionale della Majella venne istituito nel 1991 e abbraccia il territorio compreso tra Chieti, Pescara e l’Aquila. Oggi Passo Lanciano rappresenta il maggiore centro sciistico della zona e comprende anche Campo Giove e Passo San Leonardo.

Quando andare a Passo Lanciano

Dal momento che si tratta di uno dei principali impianti sciistici della regione e del centro Italia, Passo Lanciano può essere attraversato tutto l’anno. Ovviamente vi consigliamo caldamente di montare gomme invernali nella stagione più rigida. A questo punto non fatevi trovare impreparati e scoprite come affrontare l’inverno in moto.La parte alta del comprensorio sciistico si raggiunge dopo una ripida salita, nota come Cima Blockhaus a 2.145 metri: questa rappresenta un’antica superficie d’erosione, formatosi quando il rilievo si trovava in condizioni ambientali subtropicali. Tenete d’occhio le previsioni meteo del Passo Lanciano prima di organizzare la vostra gita!
Alessio Gabrielli
Alessio Gabrielli

Sono Alessio Gabrielli, ho 26 anni. Laureato magistrale presso l'Università La Sapienza di Roma in Media, comunicazione digitale e giornalismo. Mi occupo dal 2022 di creare contenuti web per il sito TrueRiders portando avanti la mia passione per le moto e lo sport



Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur